giovedì 28 settembre 2017

Ispirazioni & Co. n. 33 - In cucina - Appendino sgorbio country



Non avrei mai pensato di pubblicare le foto di 
questo "sgorbiofinitoincucina " 
 del trascorso  2011,
ma dopo aver visto l'appendino 
di Federica per il tema del mese di 
#Ispirazioniandco
#incucina 






mi ha preso un'invidia verde (verde boreale!!!! )
e ho pensato di  farVi divertire un po'


martedì 19 settembre 2017

Sognando ..... l'.Aurora Boreale




Succede anche a Voi immagino,
trovare  qualcosa di curioso 
che attira l'attenzione 
 Così è successo a me in merceria: 
l'incontro con 
due  matasse di cotone 
150 gr. (600 mt) 




Poi arrivi a casa e cominci a pensare al da farsi :
sicuramente  uno scialletto 
che avevo trovato in rete 
di Emma Fassio 
Chissà come sarà  l'effetto una volta finito .....
con questo colore così movimentato 



giovedì 14 settembre 2017

Secchiello in fiore per l'estate




Carissimi come state?
quanto tempo che non trovo 
 lo stimolo di scrivere 
ma sento molto la vostra mancanza 
così proviamo a riprenderci
 per riallacciare i contatti 
Questa estate sembra passata e visto il caldo,
sono stata chiusa in casa per dedicarmi 
alle mie passioni 
Avevo terminato da quasi due anni
questo "guscio" ad uncinetto con un filato di iuta :
l'idea di confezionare  una piccola borsa ,
ma era anche l'unica matassa che avevo e non 
era bastata  a terminarla 


mercoledì 30 agosto 2017

Ispirazioni & Co. N:32 - Fiori - La leggenda del tulipano


Cari amici si avvicina forse la fine dell'estate ....
questa estate caldissima che ci ha 
lasciato quasi senza fiato 
ma con sempre la voglia di ritrovarci assieme 

Per chiudere in bellezza 
con le ragazze di 
questo mese dedicato ai
 #Fiori 
ecco un veloce post
 da pate mia .

Premesso che adoro  tutti i fiori 
mi piacciono  proprio tutti indistintamente :
uno tra i miei preferiti 
è il tulipano.
e con lui tutti quei fiori dalla forma a calice 
o campanella .
Mi sembrano fiori fatati dalle mille storie 
così ricercando mi sono imbattuta 
in questa bellissima leggenda che vi racconto 
di seguito :



C’era una volta un paese di fiori e di incanti, dove prendevano vita le mille storie delle mille ed una notte, c’era un paese dove gli uomini innamorati coglievano un fiore di campo carnoso e sensuale per darlo in omaggio alle loro compagne come pegno di amore eterno.  


Questo fiore incantato era nato in una notte triste ed eterna culla dell’amore tra il giovane Shirin e la bella Ferhad. Un giorno Shirin si allontanò, il suo amore lo aspettava, ma i giorni passavano e lui non tornava, così una sera Ferhad si avventurò nel deserto nella speranza di trovarlo, ma l’unica cosa che trovò furono la stanchezza e la fatica che la fecero cadere su delle pietre aguzze. Distrutta dal dolore e dalle ferite Ferhad incominciò a piangere e le sue lacrime si mischiarono al sangue delle sue ferite e bagnarono il terreno da cui nacquero i primi tulipani. Da allora tutte le primavere questi fiori tornano a fiorire nelle terre di Persia in ricordo di questo amore infelice.





Sì proprio il tulipano, perché in Persia (l’attuale Iran) i tulipani crescono spontanei e il loro fascino è stato protagonista di molte storie e leggende, dalle storie d’amore delle mille e una notte alle tradizioni dell’harem, secondo le quali il maharajah lanciava un tulipano rosso alla prescelta per quella notte.
Per molto tempo il tulipano rimase un segreto delle terre mediorientali dove cresceva spontaneo, poi arrivò in Turchia e proprio da lì nel 1554, fu scoperto dall’ambasciatore austriaco che lo portò a Vienna, in seguito arrivò dall’Austria fino a Parigi ed infine in Olanda, dove divenne un business. Il tulipano conquistava tutti ed era diventato il fiore delle dame della nobiltà, tanto caro da far parte della dote delle ragazze che andavano spose.
Subì un crollo, ma rimase ed è tutt’ora uno dei punti di forza del business olandese.




Ci sono molte leggende che gli girano intorno, alcune lo vedono nascere dal sangue di un giovane rifiutato e sacrificatosi per quell’amore non corrisposto, altre lo individuano come il fiore che lo odalische lanciavano fuori dai giardini dell’harem per dedicarlo ai loro amori perduti, in ogni caso una cosa è certa, il tulipano è il fiore dell’amore.



 e Voi se trovaste un giorno dei tulipani 
vi lascereste sedurre dal maharajah?


il mio tentativo di tulli tulli pan 

con questo post partecipo a








Ben ritrovati a tutti 
a presto 


giusi 

lunedì 29 maggio 2017

Rose di maggio





È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante.
(Antoine de Saint-Exupéry)




Annaffierei le rose con le mie lacrime per sentire il dolore delle loro spine e il rosso bacio dei loro petali.
(Gabriel Garcia Marquez)


lunedì 10 aprile 2017

La campanella



Ancora piccole e piacevoli curiosità

ho trovato 
un'altra graziosa sfida 
Si parte  sempre da due quadrati 
di stoffa   ricamata
(che ho scordato di fotografare)
Si cuciono retro contro retro...
ancora qualche ripresa 
ed ecco 
 prendere forma 






una piccola campanella 




din din din 



"assomiglio alla corolla di un tulipano "




un battacchio di perline 



oppure un tintinnante campanellino



......perchè quando suona una 
campanella 
un Angelo "mette le ali "


e tanti Angeli hanno messo le ali 


in  questi giorni bui 





Su questa terra 
arrossata dal sangue 
di persone innocenti,
sacrificate in nome 
della cattiveria e follia umana,
arrivi il suono 
della Pace per tutti .

Aspettiamo la Pasqua 
e porti a noi la Pace.

Buona Pasqua
a tutti 

giusi 




lunedì 20 marzo 2017

L'otto volante



 Ricordate i miei telai ?
 ne avevo parlato
in
Pomi d'ottone e manici di scopa

Usando  il telaio  della misura più grande,
(ricavato anche da comuni manici di scopa),
si era evidenziato il bisogno di un appoggio,
perchè molto scomodo  e pesante da maneggiare.
Il mio Lui aveva predisposto dei piedi di appoggio,
con relativo sistema per voltare il lavoro,
ma non si sono rivelati molto funzionali.
Così vedendomi spesso abbarbicata sulla mia tavolozza,
pensa un giorno,
 ripensa l'altro
guardate cosa si è inventato


lunedì 13 marzo 2017

ogni tanto ... mi impunto




Alcuni rimasugli di stoffa,
semplice tela aida ,
gugliate di filo annoiato
è li da oltre trenta anni ...
ma che dico?? di più





e per divertimento 
un biscornu !
più che un nomignolo 
sembra un offesa 







mi viene in mente :
un biscotto cornuto ....
 che ridere 









eppure cosi
bello cicciottoso,
soffice ,
paffuto, 
mi diverto a stringerti nel palmo della mano









ti riempirei di spilli !!!!!!!!!!!!!!!!
ma piano piano per non farti male 






che ci posso fare ??

sei nato  apposta!!!!


il mio primo biscornu
non è caruccio???

bacioni cari a tutti 


Aggiornamento 

Breve storia del biscornu 

La parola biscornu deriva dal francese e, nell'arte barocca, significa asimmetrico, irregolare, o anche sbilenco, storto, strambo.
Alcuni linguisti affermano che il termine biscornu significhi letteralmente biforcuto. In America del Sud si pensa che biscornu provenga dalla parola biscotto per la sua forma molto simile a un biscotto fatto a mano.
I Biscornu sono semplicemente dei puntaspilli ottagonali diventati molto famosi negli ultimi tempi, ma possono essere utilizzati come recupero forbicine, cellulari o qualsiasi altro utilizzo vi suggerisce la vostra fantasia.
(dal web)
visto che avevo ragione? il nomignolo mi ricordava un biscotto .....
ho fiuto per le cibarie ;) 





venerdì 24 febbraio 2017

ricamar le stelle





Il mio ultimo ricamo a punto croce 
per accompagnare questa bellissima poesia 
 di un' Autrice Cinese,
anche Lei  ama le stelle 
e le ha ricamate  nei suoi versi.
Lo schema di R,Parolin




Quando sono triste guardo le stelle..
alzo lo sguardo e mi perdo.


Piango, rido, riavvolgo il nastro dei miei pensieri,
scrutando quelle piccole luci perse su un tappeto di velluto nero,
mi accorgo di cosa siamo noi uomini…
… piccole stelle luminose su questo mondo.



Ognuno di noi brilla di luce propria,
ognuno di noi brilla di una luce unica e personale…
tutti uguali,
tutti diversi…
tutti importanti





Ecco quando sono triste alzo gli occhi al cielo e guardo le mie stelle,
sembrano sole e distanti,
ma tutte assieme ricamano l’unicita meravigliosa dell’universo!
Come noi uomini… tutti assieme creiamo quell’eterogenea sublime bellezza che è l’umanità!
Allora alzo gli occhi al cielo,
Guardo le mie stelle
e non sono più infelice, ma brillo della mia luce!
S. Shan






E' una notte stellata 
Anterserva di Mezzo 
Paesaggio  imbiancato 
dall'inverno
.......
ma scalda il cuore 


Pura poesia .......
come ricamar le stelle 
e in una di queste ci sarai anche tu 
cara mamma ...lo so 
è quella più luminosa e vicina a me .



un abbraccio 

giusi 







sabato 11 febbraio 2017

Ciak ...... si gira





Attori del passato 
ricchi di fascino 
queste pose 
ricamate  su aida bianca 
talmente belle che non ho saputo resistere

la principessa di Hollywood Grace,

l'atomica Rita 










e il bel tenebroso
Humphrey Bogart,
che amo tanto anche perchè in alcuni
tratti somatici somigliava tanto al mio Papà





penso arricchiranno la collezione 
 Liz e Marilyn ....
non possono mancare 


Questo gioco di ricamare  le foto 
mi ha  contagiata parecchio
e mi sono regalata un programma  apposito
che tramuta le foto in schemi per il punto croce.  

Curiose di vedere cosa 
tramuterò?

Alcune foto  a me tanto care 
di Mamma e Papà 
in bianco e nero ....


Se riusciranno bene 
sarà un piacere trasformare anche 
i vostri ricordi
che ne dite?

 Mi devo dar da fare con le cornici,
altra prova importante
questi ritratti  attendono.


un abbraccio grande 

giusi 









martedì 31 gennaio 2017

Maglia e chat






Provo ad aggiornarvi sulle ultime
epiche imprese ....

Quando ho visto lo scialle di Francesca 
nello specifico questo 
quello rossiccio e giallo non quello sotto ;)




ho preso una sbandata 
"devo provarci anch'io "
ho pensato e gliel'ho anche scritto 
nei commenti al suo post 
e se pensate che  Lei ...
La Francesca 
abbia fatto orecchie da mercante .....
vi sbagliate !!
"Vuoi che ti insegni ?
mandami tuo numero su WhatsApp
così facciamo meglio ..."

Cosi in estate ho iniziato il mio scialletto 
felice come una Pasqua ... estiva ....



Mi arrivavano lezioni su come iniziare...
 consigli e lezioni 
e pure tirate di orecchie se sbagliavo...
che divertimento anche perche erano
affettuose ....


I miei tempi sono stati molto più lunghi,
perchè poco tempo a disposizione,
ma senza scoraggiarmi agli inizi di dicembre 
eccolo finalmente terminato 






Sono molto fiera di questo lavoro
e senza il suo valido aiuto non credo
ci sarei mai riuscita 
grazie di cuore 
del tempo che mi dedichi 
Francesca,
sei una persona tutto cuore
Ora che faremo di nuovo??
mah ....
ancora tanti progetti 



un abbraccio a tutti 
a presto 

giusi 







sabato 14 gennaio 2017

Ispirazioni & co N:21 - Le Bassin des Nympheas





Settembre.
Le ragazze di Ispirazioni & Co propongono il tema
Monet # Fantascienza .. due temi che mi appassionano

Ma ardua l'impresa di creare un post su questi argomenti e il tempo in questo ultimo periodo, manca.
Alcuni giorni dopo sul quotidiano, mi balza all'occhio un evento ..

Le celebri Ninfee di Claude Monet (Parigi 1840 – Giverny 1926) provenienti dagli Stati Uniti,
esposte alla Fondazione Magnani Rocca- Mamiano (Pr) insieme ad altri due capolavori del pittore francese, 

Un balzo al cuore … che combinazione ….riuscirò a fare una visita...
 ma passeranno ben tre mesi.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...